Dicono di lui - Bucintoro Savoia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Dicono di lui

Dicono di lui

"Luigi Griva non finisce mai di stupirci. Anni fa, come tecnico di archeologia subacquea esplorò le palafitte del lago di Viverone. Si immerse quindi negli archivi per scoprire la vera storia della peota, il Bucintoro dei Savoia che prima o poi dovrebbe essere collocata nella reggia di Venaria" .
Pierangelo Manuele , presentazione di "Album Marinaro" , 2009.


"La ricerca documentaria pubblicata dal Griva ci induce a soffermarci per riflettere più a fondo su questo capolavoro di storia e di gusto. ..dalla ricchezza di dati presentati dal Griva emerge l'organizzazione curata al massimo e l'amministrazione rigorosa per quella commissione regia, seguita in ogni particolare, e ora puntualmente indagata".
Andreina Griseri, "Torino 1731, il palcoscenico del fiume e le sue quinte"
Bologna, 2004.

"Il complesso decorativo della Peota sabauda si è per lo più attestato negli studi sulle presenze accertate di Matteo Calderoni (e della sua èquipe ) per la realizzazione delle sculture intagliate e dorate e di Egidio Goyel per quelle della ribolla…così come il più recente intervento di Luigi Griva sottolinea con una massa di riferimenti documentari sull'ambiente veneziano e sull'arte degli intagliatori visti in funzione del coté torinese."
Carla Enrica Spantigati, "Il bucintoro dei Savoia e il progetto "La Venaria Reale", Venezia - Verona , 2009 .

"…la peotta del re di Sardegna, veramente un'opera splendida che chiarisce molte ipotesi su come e di quale qualità fossero gli intagli e le sculture del Bucintoro settecentesco, di cui si sa molto ma solo da qualche reperto sicuro, dai documenti e dalla raffigurazioni in quadri o stampe."
Lina Urban, Venezia, 2007.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu